Articoli

Sostenibilità alimentare, documenti a supporto delle pubbliche amministrazioni finalizzato a migliorare e rafforzare la percezione del concetto di salute e sostenibilità ambientale verso i cittadini.

cosa fare

Un breve accenno su come sono nate queste linee guida;

Anni fa avevamo iniziato una raccolta informazioni sui consumi d’impulso, e su come operano sia le aziende che gestiscono questi servizi sia gli enti appaltanti.

Abbiamo rilevato circa 85 progetti legati all’alimentazione sostenibile promossi dagli operatori economici e circa 35 proposti dagli enti oltre ad un crescente aumento di proposte prodotti “salutistici” da parte dell’industria alimentare.

Una seconda rilevazione è stata fatta sul campo ,cioè dove sono stati attivati questi progetti o altre linee guida che avrebbero dovuto trovare concretezza nel servizio stesso . avrebbero perché di fatto il servizio a seguire molto spesso non coincide con i progetti.

Queste informazioni sono state il driver che ci ha spinti a realizzare uno strumento per tutti gli enti interessati a dare concretezza ai progetti:

  1. Redigere un bando di gara sostenibile
  2. Invitare almeno 15 aziende a partecipare alla gara
  3. Stipulare un contratto di somministrazione sostenibile con l’azienda aggiudicataria
  4. Monitorare e relazionare i consumi

In sintesi abbiamo realizzato uno strumento semplice ma efficace, dedicato in particolar modo alla scuola, è una parte del progetto dell’Organizzazione Mondiale della Sanità sulle “Politiche alimentari e nutrizionali per la scuola”, costruito secondo i principi della promozione della salute nella scuola (health promotion school – HPS). Questa parte, riferita all’ambiente scolastico, affronta il tema della distribuzione automatica dei prodotti alimentari.

la natura chiama

L’OMS ritiene rilevante il ruolo di questo servizio che, offrendo agli studenti l’opportunità di compiere consapevolmente delle scelte alimentari “sane”, può contribuire fortemente al miglioramento della qualità nutrizionale della dieta fuori casa.https://www.diecipiusano.it

Anche il programma “Guadagnare salute”, elaborato dall’OMS e recepito da tutti i paesi Europei, promuove la salute anche attraverso l’offerta alimentare nelle scuole. Il documento si fonda sull’attuazione di varie strategie potenzialmente in grado di modificare positivamente lo stile di vita individuale, poiché considerato il cardine della comparsa di malattie degenerative sempre più di grande rilevanza sociale.

Ogni sistema fatto da più elementi riesce ad esprimersi al meglio quando questi funzionano correttamente e sono interconnessi tra loro, in questo caso, la distribuzione automatica dei prodotti alimentari, rappresenta la pratica di un sistema educativo volto a creare, nelle persone, la capacità di operare scelte tali da sviluppare e consolidare delle sane abitudini.

Nel sistema in questione, oltre al concetto di salubrità, vengono toccati anche i temi della sostenibilità ambientale e dell’equità sociale, creando una visione più olistica del concetto di nutrizione ed approvvigionamento alimentare.

Tutto viene identificato e identificabile in maniera chiara e non interpretabile e soprattutto nel rispetto delle norme ed a portata di tutti e per tutti.

http://www.associazionepiuinforma.org/contatti/

Venerdì 12 Aprile dalle 12:00 e 14:00, presso il Caffè Centrale di Asolo (TV), grazie alla disponibilità dei fratelli Botter, abbiamo organizzato una degustazione incentrata sulla sostenibilità alimentare e l’impatto che la stessa ha sulla salute.

Per la buona riuscita di questo evento ringraziamo, innanzitutto, il Caffè Centrale di Asolo per averci ospitati e per averci dato la possibilità di realizzare il tutto. Ringraziamo anche i nostri partner: Gruppo Germinal che, con l’occasione, abbiamo avuto la possibilità di far assaggiare i prodotti della nuova linea freschi bio vegan, ed Ecozema i cui accessori compostabili sono stati utilizzati per servire i prodotti.  

Abbiamo ricreato un esempio dei nostri format sostenibili all’interno del Caffè. La degustazione è stata un grande successo, soprattutto perché siamo riusciti ad incuriosire anche coloro che non conoscevano l’esistenza di questi prodotti BIO o che erano titubanti nel degustare pietanze vegan o vegetariane naturalmente BIO e sostitutive ai classici consumi. Dall’altro lato, invece, alcuni dei presenti erano già a conoscenza di queste pietanze vegetali ed erano entusiasti di poterle gustare anche “fuori casa” durante la pausa pranzo, tanto che prossimamente lo stesso Caffè Centrale li proporrà nei loro menù. È stata per noi un’occasione importante per informare le persone che questi prodotti li possono trovare presso la GDO, nei Distributori Automatici e menù della Ristorazione collettiva e che, l’uso di stoviglie compostabili deve rientrare nelle nostre abitudini quotidiane quale alternativa all’uso di plastica o altri materiali che necessitano di enormi risorse per essere correttamente gestiti.

Si può dire che la freccia è stata scoccata e ha raggiunto il suo centro. Grazie a questa degustazione siamo riusciti ad incuriosire i presenti non solo riguardo alle pietanze che venivano servite, ma anche alla necessità di acquisire maggiore consapevolezza sulla sostenibilità alimentare ed ambientale. L’importanza di dimostrare che vivere e nutrirsi in maniera sostenibile è possibile e, soprattutto, che la soluzione c’è! Noi siamo il cambiamento e noi possiamo essere gli attori privilegiati. Informarsi sul cibo e tutti gli ingredienti che ogni giorno “buttiamo dentro” il nostro corpo è, ovviamente, in primis amare se stessi. Scelte consapevoli portano a risultati concreti. 

ORA, SUBITO, OGGI!!

Il Caffè Centrale ha scelto, ora fai la scelta giusta anche tu!

Ufficio stampa  

Sabato 6 Aprile, presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto l’incontro conclusivo del progetto “in punta di matita…nulla di distrugge & tutto si trasforma” e ha visto come protagonisti principali bambini, genitori, insegnati e professionisti dell’economia circolare. 

È ben risaputo che quando si affronta il tema dell’economia circolare e sostenibilità noi siamo sempre in prima linea. Anche per questo evento si ringraziano i nostri preziosi partner: GruppoGerminal, Valisi, Terre di Puglia ed Ecozema. 

I bambini sono stati il cuore pulsante per la realizzazione e il successo di tutto questo progetto e, sono loro che rappresentano il cambiamento e il futuro del pianeta.

Durante quest’ultimo incontro sono stati organizzati sia interventi da parte di tre relatori sia workshop didattici per i più piccoli incentrati sull’impatto ambientale e le scelte etico-sociali riguardanti il consumo. Grazie a questi laboratori si cerca di far capire e trasmettere ai più piccoli l’importanza dell’economia circolare, della sostenibilità e l’impatto che le nostre scelte di ogni giorno hanno sul pianeta.     

Tra un laboratorio e l’altro è stata anche organizzata una pausa break con i prodotti da noi forniti. È stato molto interessante vedere quanto i bambini abbiano apprezzato e trovato deliziosi questi prodotti e come si sono divertiti ad utilizzare i vassoi biodegradabili di Ecozema. Tutti prodotti che possono essere comodamente essere impiegati nelle scuole. 

Gli interventi realizzati dai relatori sono stati recepiti positivamente dai presenti e, soprattutto, dagli insegnanti. La presenza di docenti a eventi di questo tipo è di fondamentale importanza; specialmente se consideriamo il fatto che bambini e giovani sono sotto la loro custodia. 

Questi incontri sono, senza alcun dubbio importanti, in quanto sono utili per poter aumentare la consapevolezza di tutto noi. Ma, al contempo, è anche importante sottolineare il fatto che ci sono ancora tante, troppe parole nell’aria e pochi fatti. Le parole sono importanti ma sono i fatti che contano e che possono cambiare in concreto la situazione. 

Ufficio stampa

È con grande orgoglio che vi informiamo che venerdì 22 marzo, presso l’aula magna della scuola media Bellavitis di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto il secondo appuntamento riguardante il ciclo di incontri organizzati da Michela Mantoan “in punta di matita…nulla si distrugge & tutto si trasforma”. 

Anche in questo secondo incontro, come Associazione PIÚINFORMA abbiamo partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento. Infatti, grazie al supporto dei nostri preziosi e fidati partner siamo riusciti a garantire un evento ad hoc, incentrato sulla sana alimentazione e sulla sostenibilità. Per il successo e la realizzazione di questo evento si ringrazia: Gruppo Germinal, Quick, MB Water, Valisi ed Ecozema. Siamo orgogliosi di avere dei partner che condividono i nostri stessi obiettivi e valori. In quest’incontro, oltre ad aver avuto l’opportunità di lavorare “dietro le quinte”, insieme al dott. Francesco Cappelletto, abbiamo anche avuto l’onore di intervenire e di introdurre la nostra Associazione e di cosa ci occupiamo. 

Le aziende presenti erano Favini S.r.l., Berto Industria Tessile e Patagonia. Tutte e tre le aziende presenti hanno mostrato come un’azienda possa essere sostenibile anche durante la fase di produzione del prodotto. 

Il primo relatore della serata è stato Michele Posocco dell’azienda Favini S.r.l. Quest’ultima si occupa della realizzazione di specialità grafiche attraverso materie prime naturali. L’azienda ci ha mostrato come sia facile dare una seconda vita a prodotti che normalmente verrebbero gettati.  

Un’altra curiosità che ci è stata presentata dall’azienda è CRUSH, ovvero la carta eco-friendly che viene ricavata dagli scarti della frutta e altri prodotti, come ad esempio: kiwi, arance, lavanda, ciliegie, caffè ecc. 

La seconda azienda ospite è stata Patagonia, presentata da Annalisa Rossetto. Patagonia è un’azienda che da molti anni si pone come obiettivo quello di realizzare prodotti sostenibili. La sostenibilità, in questo caso, presenta molteplici sfaccettature; non solo attraverso la scelta di fornitori che siano in linea con le idee e i valori dell’azienda, ma si traduce anche nell’importanza del rispetto dell’ambiente, degli animali e dei dipendenti stessi. 

La terza azienda presente è stata Berto Industria Tessile, presentata da Francesca Polato. Anche quest’azienda ha mostrato come sia possibile, allo stesso tempo, creare prodotti di qualità e dare grande importanza alla sostenibilità e al benessere dei propri dipendenti. 

È fondamentale vedere e capire che già ci sono importanti aziende del territorio che danno il buon esempio e che già da tempo si stanno impegnando a rendere sempre più sostenibile il modus operandi della propria azienda.

Ognuno di noi può contribuire ad aiutare il nostro ambiente, però è fondamentale che, in primis, le aziende produttrici si mettano in moto per rendere tutto ciò possibile.   

Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 6 Aprile presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI) alle ore 15. 

Non mancate!