Negli ultimi anni nelle città Italiane vediamo sempre più ristoranti che propongono sushi e altre pietanze della cucina giapponese, scatenando una vera e propria sushi mania. Il sushi, infatti, è sicuramente il piatto giapponese più popolare al di fuori del Paese del Sol Levante. 

Oltre a ciò, la cucina giapponese è stata dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dell’UNESCO.

La cucina giapponese, infatti, ha tantissimi benefici per nostra salute (i giapponesi vantano il fatto di essere uno dei popoli più longevi grazie alla loro alimentazione).

Nonostante questa grande diffusione, ormai quasi diventata una moda o mania, siamo davvero a conoscenza di tutto quello che c’è da sapere sul sushi? Quali sono i suoi benefici? Quali sono i piccoli accorgimenti necessari che dovremmo prendere più in considerazione?

Ormai sono tantissimi i ristoranti giapponesi in Italia che propongono pranzi o cene a base di sushi ad un prezzo stracciato, oppure l’offerta più gettonata dell’“all you can eat”. Anche se queste offerte non ci fanno pensare due volte dall’entrare nel ristorante, quello che mangiamo non sempre è salutare e, soprattutto, sicuro. 

Se si riflette sul fatto che con una fascia prezzo di all’incirca 10/20 euro il cliente può mangiare quanto vuole, la qualità del pesce sicuramente non è delle migliori. Inoltre, tenendo in considerazione che la maggior parte del pesce che viene servito è crudo, i ristoranti devono rispettare determinate norme igieniche al fine di garantire una pietanza sicura e buona ai propri clienti. Infatti, l’abbattimento di temperatura del pesce crudo è un processo fondamentale che ogni ristorante è tenuto a rispettare, in quanto porta alla distruzione dei dannosi parassiti Anisakis. Altro accorgimento per limitare la proliferazione di batteri che possono essere molto pericolosi per la salute dell’uomo è l’estremo igiene da mantenere nella manipolazione degli ingredienti e, come si sa, l’igiene nella cultura giapponese è un caposaldo e lo è ancor di più nella cucina nipponica, mentre non si può dire lo stesso per le copie asiatiche di questa cucina precisa e metodica, come ad esempio i ristoranti “Cinesi/giapponesi” che non brillano di certo per la loro cura delle prassi igienico/sanitarie.

Il sushi fatto a regola d’arte è una pietanza che ha tantissimi benefici per il nostro corpo: 

  1. Pesce: non è un segreto il fatto che il pesce sia ricco di proprietà benefiche per il nostro corpo. È ricco di omega-3, proteine ad alto valore biologico e fosforo; aiuta a migliorare la funzione dei vasi sanguigni, riduce il rischio di depressione, di infarto e di altre condizioni negative. 
  2. Alga nori: quest’ultima è conosciuta principalmente grazie al sushi. È caratterizzata da un importante contenuto proteico vegetale, vitamine, omega 3 e iodio. 
  3. Wasabi: alcuni lo amano, altri lo odiano a causa della sua piccantezza. Eppure, anche il wasabi presenta molte qualità benefiche per la nostra salute. Fa bene alla pelle, riduce i livelli del colesterolo LDL (colesterolo cattivo) nel sangue, è un efficace antibatterico, possiede inoltre proprietà che stimolano la risposta immunitaria del nostro organismo e le sue attività antitumorali. 

Di conseguenza, considerando tutti i suoi benefici e, soprattutto, se eseguito come da tradizione millenaria, può solo che essere un piatto salutare.

Da oggi in poi prestate più attenzione e Itadakimasu!  (いただきます!).

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *