Sabato 6 Aprile, presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto l’incontro conclusivo del progetto “in punta di matita…nulla di distrugge & tutto si trasforma” e ha visto come protagonisti principali bambini, genitori, insegnati e professionisti dell’economia circolare. 

È ben risaputo che quando si affronta il tema dell’economia circolare e sostenibilità noi siamo sempre in prima linea. Anche per questo evento si ringraziano i nostri preziosi partner: GruppoGerminal, Valisi, Terre di Puglia ed Ecozema. 

I bambini sono stati il cuore pulsante per la realizzazione e il successo di tutto questo progetto e, sono loro che rappresentano il cambiamento e il futuro del pianeta.

Durante quest’ultimo incontro sono stati organizzati sia interventi da parte di tre relatori sia workshop didattici per i più piccoli incentrati sull’impatto ambientale e le scelte etico-sociali riguardanti il consumo. Grazie a questi laboratori si cerca di far capire e trasmettere ai più piccoli l’importanza dell’economia circolare, della sostenibilità e l’impatto che le nostre scelte di ogni giorno hanno sul pianeta.     

Tra un laboratorio e l’altro è stata anche organizzata una pausa break con i prodotti da noi forniti. È stato molto interessante vedere quanto i bambini abbiano apprezzato e trovato deliziosi questi prodotti e come si sono divertiti ad utilizzare i vassoi biodegradabili di Ecozema. Tutti prodotti che possono essere comodamente essere impiegati nelle scuole. 

Gli interventi realizzati dai relatori sono stati recepiti positivamente dai presenti e, soprattutto, dagli insegnanti. La presenza di docenti a eventi di questo tipo è di fondamentale importanza; specialmente se consideriamo il fatto che bambini e giovani sono sotto la loro custodia. 

Questi incontri sono, senza alcun dubbio importanti, in quanto sono utili per poter aumentare la consapevolezza di tutto noi. Ma, al contempo, è anche importante sottolineare il fatto che ci sono ancora tante, troppe parole nell’aria e pochi fatti. Le parole sono importanti ma sono i fatti che contano e che possono cambiare in concreto la situazione. 

Ufficio stampa

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *