Venerdì 12 Aprile dalle 12:00 e 14:00, presso il Caffè Centrale di Asolo (TV), grazie alla disponibilità dei fratelli Botter, abbiamo organizzato una degustazione incentrata sulla sostenibilità alimentare e l’impatto che la stessa ha sulla salute.

Per la buona riuscita di questo evento ringraziamo, innanzitutto, il Caffè Centrale di Asolo per averci ospitati e per averci dato la possibilità di realizzare il tutto. Ringraziamo anche i nostri partner: Gruppo Germinal che, con l’occasione, abbiamo avuto la possibilità di far assaggiare i prodotti della nuova linea freschi bio vegan, ed Ecozema i cui accessori compostabili sono stati utilizzati per servire i prodotti.  

Abbiamo ricreato un esempio dei nostri format sostenibili all’interno del Caffè. La degustazione è stata un grande successo, soprattutto perché siamo riusciti ad incuriosire anche coloro che non conoscevano l’esistenza di questi prodotti BIO o che erano titubanti nel degustare pietanze vegan o vegetariane naturalmente BIO e sostitutive ai classici consumi. Dall’altro lato, invece, alcuni dei presenti erano già a conoscenza di queste pietanze vegetali ed erano entusiasti di poterle gustare anche “fuori casa” durante la pausa pranzo, tanto che prossimamente lo stesso Caffè Centrale li proporrà nei loro menù. È stata per noi un’occasione importante per informare le persone che questi prodotti li possono trovare presso la GDO, nei Distributori Automatici e menù della Ristorazione collettiva e che, l’uso di stoviglie compostabili deve rientrare nelle nostre abitudini quotidiane quale alternativa all’uso di plastica o altri materiali che necessitano di enormi risorse per essere correttamente gestiti.

Si può dire che la freccia è stata scoccata e ha raggiunto il suo centro. Grazie a questa degustazione siamo riusciti ad incuriosire i presenti non solo riguardo alle pietanze che venivano servite, ma anche alla necessità di acquisire maggiore consapevolezza sulla sostenibilità alimentare ed ambientale. L’importanza di dimostrare che vivere e nutrirsi in maniera sostenibile è possibile e, soprattutto, che la soluzione c’è! Noi siamo il cambiamento e noi possiamo essere gli attori privilegiati. Informarsi sul cibo e tutti gli ingredienti che ogni giorno “buttiamo dentro” il nostro corpo è, ovviamente, in primis amare se stessi. Scelte consapevoli portano a risultati concreti. 

ORA, SUBITO, OGGI!!

Il Caffè Centrale ha scelto, ora fai la scelta giusta anche tu!

Ufficio stampa  

Sabato 6 Aprile, presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto l’incontro conclusivo del progetto “in punta di matita…nulla di distrugge & tutto si trasforma” e ha visto come protagonisti principali bambini, genitori, insegnati e professionisti dell’economia circolare. 

È ben risaputo che quando si affronta il tema dell’economia circolare e sostenibilità noi siamo sempre in prima linea. Anche per questo evento si ringraziano i nostri preziosi partner: GruppoGerminal, Valisi, Terre di Puglia ed Ecozema. 

I bambini sono stati il cuore pulsante per la realizzazione e il successo di tutto questo progetto e, sono loro che rappresentano il cambiamento e il futuro del pianeta.

Durante quest’ultimo incontro sono stati organizzati sia interventi da parte di tre relatori sia workshop didattici per i più piccoli incentrati sull’impatto ambientale e le scelte etico-sociali riguardanti il consumo. Grazie a questi laboratori si cerca di far capire e trasmettere ai più piccoli l’importanza dell’economia circolare, della sostenibilità e l’impatto che le nostre scelte di ogni giorno hanno sul pianeta.     

Tra un laboratorio e l’altro è stata anche organizzata una pausa break con i prodotti da noi forniti. È stato molto interessante vedere quanto i bambini abbiano apprezzato e trovato deliziosi questi prodotti e come si sono divertiti ad utilizzare i vassoi biodegradabili di Ecozema. Tutti prodotti che possono essere comodamente essere impiegati nelle scuole. 

Gli interventi realizzati dai relatori sono stati recepiti positivamente dai presenti e, soprattutto, dagli insegnanti. La presenza di docenti a eventi di questo tipo è di fondamentale importanza; specialmente se consideriamo il fatto che bambini e giovani sono sotto la loro custodia. 

Questi incontri sono, senza alcun dubbio importanti, in quanto sono utili per poter aumentare la consapevolezza di tutto noi. Ma, al contempo, è anche importante sottolineare il fatto che ci sono ancora tante, troppe parole nell’aria e pochi fatti. Le parole sono importanti ma sono i fatti che contano e che possono cambiare in concreto la situazione. 

Ufficio stampa

Lunedì 11 Marzo, presso l’istituto comprensivo “Stefanini” di Treviso, abbiamo partecipato al seminario “Edufootprint: esperienze da condividere per una scuola sostenibile”, dove sono state affrontate tematiche fondamentali per le scuole, quali: mobilità e alimentazione sostenibile.  

La nostra Associazione PIÚINFORMA è stata ancora una volta presente ad un evento incentrato sull’economia circolare, l’alimentazione sostenibile e l’impronta ambientale. Ovvero, tematiche di cui ci occupiamo quotidianamente e che stanno alla base della nostra Associazione. 

Inoltre, abbiamo avuto l’opportunità di mettere in evidenza le attività che svolgiamo, quali sono le buone pratiche che ognuno di noi (soprattutto scuole e aziende) dovrebbe seguire, e, infine, le nostre proposte sostenibili.

Al seminario erano presenti anche altri partner e i loro interventi si sono focalizzati su questioni legate alla mobilità sostenibile e alla riduzione degli sprechi. 

Oltre a ciò, Rete Iside ha presentato nel dettaglio il Calcolatore di CO2 utilizzato per, appunto, calcolare l’impronta ambientale. Il compito del calcolatore consiste nel misurare il consumo di risorse e le attività della scuola e le converte nell’impatto ambientale dato dalla fornitura di risorse energetiche e all’assorbimento dei rifiuti generati. 

È importante, se non fondamentale, capire qual è il percorso migliore per poter limitare la nostra impronta di CO2 e, di conseguenza, cambiare le scelte che facciamo quotidianamente al fine di garantire un futuro sempreverde ai nostri giovani. 

Ulteriormente, non si può non sottolineare il fatto che tra le 5 categorie tenute in considerazione dal calcolatore, sono anche presenti i “consumi fuori casa” e, tra questi, vi è anche la Distribuzione Automatica e la Ristorazione. 

In quanto consumatori raramente pensiamo che la Distribuzione Automatica e la Ristorazione possano contribuire alle emissioni di CO2; in realtà anche quest’ultime hanno un impatto importante. Di conseguenza, al fine di iniziare a limitare, con l’obiettivo finale di ridurre drasticamente queste emissioni, dobbiamo cercare, anche nei “consumi fuori casa”, di inserire una monetina nel cassetto della sostenibilità e della consapevolezza. Come Associazione, essendo consapevoli di tutto ciò, con le nostre proposte di “Distribuzione e ristorazione sostenibile” diamo la soluzione in mano ai consumatori per poter fare la scelta giusta. 

Proprio per questo questi eventi sono fondamentali per la nostra mission e per aumentare la consapevolezza ambientale e alimentare, non solo tra i giovani ma anche tra gli adulti e le istituzioni scolastiche che, in primis, devono essere fonte di informazione e di insegnamento. 

 L’informazione è la chiave!

MISURARE È POSSIBILE, L’IMPORTANTE È FARLO!

Ufficio stampa 

È con grande orgoglio che vi informiamo che venerdì 22 marzo, presso l’aula magna della scuola media Bellavitis di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto il secondo appuntamento riguardante il ciclo di incontri organizzati da Michela Mantoan “in punta di matita…nulla si distrugge & tutto si trasforma”. 

Anche in questo secondo incontro, come Associazione PIÚINFORMA abbiamo partecipato attivamente all’organizzazione dell’evento. Infatti, grazie al supporto dei nostri preziosi e fidati partner siamo riusciti a garantire un evento ad hoc, incentrato sulla sana alimentazione e sulla sostenibilità. Per il successo e la realizzazione di questo evento si ringrazia: Gruppo Germinal, Quick, MB Water, Valisi ed Ecozema. Siamo orgogliosi di avere dei partner che condividono i nostri stessi obiettivi e valori. In quest’incontro, oltre ad aver avuto l’opportunità di lavorare “dietro le quinte”, insieme al dott. Francesco Cappelletto, abbiamo anche avuto l’onore di intervenire e di introdurre la nostra Associazione e di cosa ci occupiamo. 

Le aziende presenti erano Favini S.r.l., Berto Industria Tessile e Patagonia. Tutte e tre le aziende presenti hanno mostrato come un’azienda possa essere sostenibile anche durante la fase di produzione del prodotto. 

Il primo relatore della serata è stato Michele Posocco dell’azienda Favini S.r.l. Quest’ultima si occupa della realizzazione di specialità grafiche attraverso materie prime naturali. L’azienda ci ha mostrato come sia facile dare una seconda vita a prodotti che normalmente verrebbero gettati.  

Un’altra curiosità che ci è stata presentata dall’azienda è CRUSH, ovvero la carta eco-friendly che viene ricavata dagli scarti della frutta e altri prodotti, come ad esempio: kiwi, arance, lavanda, ciliegie, caffè ecc. 

La seconda azienda ospite è stata Patagonia, presentata da Annalisa Rossetto. Patagonia è un’azienda che da molti anni si pone come obiettivo quello di realizzare prodotti sostenibili. La sostenibilità, in questo caso, presenta molteplici sfaccettature; non solo attraverso la scelta di fornitori che siano in linea con le idee e i valori dell’azienda, ma si traduce anche nell’importanza del rispetto dell’ambiente, degli animali e dei dipendenti stessi. 

La terza azienda presente è stata Berto Industria Tessile, presentata da Francesca Polato. Anche quest’azienda ha mostrato come sia possibile, allo stesso tempo, creare prodotti di qualità e dare grande importanza alla sostenibilità e al benessere dei propri dipendenti. 

È fondamentale vedere e capire che già ci sono importanti aziende del territorio che danno il buon esempio e che già da tempo si stanno impegnando a rendere sempre più sostenibile il modus operandi della propria azienda.

Ognuno di noi può contribuire ad aiutare il nostro ambiente, però è fondamentale che, in primis, le aziende produttrici si mettano in moto per rendere tutto ciò possibile.   

Il prossimo appuntamento è fissato per sabato 6 Aprile presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI) alle ore 15. 

Non mancate!

PIÚINFORMA: sostenibilità e business nel Vending…

È con grande orgoglio e piacere che informo i lettori di “Vending Magazine” che l’associazione PIÚINFORMA negli ultimi due anni ha acquisito importanti riconoscimenti a livello internazionale: accreditamenti istituzionali che valorizzano, sempre di più, il nostro progetto di Sostenibilità per la Distribuzione Automatica.

Nel 2017 siamo stati partner ufficiali del programma mondiale di Tutela della Biosfere UNESCO(http://en.unesco.org/news/future-youth-biosphere-reserves). A giugno di quest’anno PIÚINFORMA ha sostenuto, invece, l’iniziativa di Rete Mondiali dei Musei dell’Acqua (www.watermuseums.net), coordinata dal Centro Internazionale Civiltà dell’Acqua e di recente approvata dal Consiglio Intergovernativo dell’UNESCO/International Hydrological Program come “Iniziativa UNESCO”.Stiamo intrattenendo, inoltre, da tempo proficue relazioni con la Pubblica Amministrazione e alcuni Ministeri sui temi della Sostenibilità nel Vending. Oltre a queste attività – che sicuramente porteranno un beneficio agli attività – che sicuramente porteranno un beneficio agli utenti della Distribuzione Automatica attraverso i partner che aderiscono al nostro progetto – molte aziende ed Enti ci hanno già scelti e hanno attivato il nostro programma ritenuto, fra i tanti, quello realmente “più sostenibile”. Presto PIÚINFORMA, infatti, sarà anche una certificazione.

Il nostro motto “dalle parole ai fatti” si sta dimostrando vincente, perché Sostenibilità non è uno slogan da sbandierare in giro per “farsi belli” ma è un valore che deve sempre tramutarsi in progetti concreti e verificabili.

Attualmente PIÚINFORMA ha 44 strutture attive presso una dozzina aziende/enti in Italia e molte sono le trattive in corso attraverso i nostri partner. Portando valore a tutta la filiera – dai produttori, ai gestori, ai consumatori – PIÚINFORMA rappresenta uno stile di vita e una forma di business “sostenibile” e redditizio per gli operatori del Vending.

Partecipare è semplice e non costa nulla e porta benefici per tutti.

4 stabilimenti di produzione, 23 sedi operative, 1650 dipendenti, 349 mln € di fatturato: questi sono i numeri di Salvagnini Spa, storica azienda italiana leader nella produzione di macchine per la lavorazione della lamiera.

Siamo orgogliosi di comunicare che dal 1 Agosto 2018 Salvagnini ha una caratteristica in più: il programma PIÚINFORMA nella Distribuzione Automatica

Da un mese a questa parte, infatti, il gruppo ha ufficializzato l’attivazione del programma PIF all’interno del suo stabilimento principale di Sarego (VI), con il quale dimostra un’attenzione e una sensibilità particolari verso la salute e il benessere dei propri dipendenti e dell’ambiente.

Salvagnini si è affidata al nostro team e al nostro know-how per migliorare la qualità della vita all’interno della sua sede centrale, lanciando un messaggio al mercato sulla bontà dei propri valori da un lato, e sulla professionalità ed efficacia del programma PIÚINFORMA dall’altro.

Per noi questo successo non è solamente un tassello da aggiungere ai precedenti: Associazione PIÚINFORMA ha definitivamente dimostrato di poter soddisfare le esigenze e realizzare i sogni sostenibili di qualsiasi realtà, anche di quelle multinazionali e strutturate come il Gruppo Salvagnini.

Ringraziamo l’azienda tutta per aver creduto in noi: il percorso è appena iniziato, ma non abbiamo alcun dubbio che arriverà molto lontano verso traguardi sempre più ambiziosi e socialmente utili.

COMUNICATO STAMPA

Gentili associati,

È con estrema gioia che vi informo che lo scorso Venerdì 15 Giugno 2018 è stata approvata la Risoluzione UNESCO-IHP (International Hydrological Programme) sulla Rete Mondiale dei Musei dell’Acqua per lo Sviluppo Sostenibile www.watermuseums.net , portato avanti in collaborazione con il Centro Civiltà delle Acque di Venezia.

Le nostre competenze e il nostro continuo impegno verso una sempre maggiore sostenibilità ambientale, hanno fatto sì che Associazione PIÚINFORMA abbia da oggi un ruolo di assoluta rilevanza in questo programma  di portata mondiale, quali Main Partner della rete globale dei Musei dell’Acqua.

È per noi motivo di forte orgoglio potervi comunicare una notizia di questa portata, nonché la prova che la strada da noi percorsa in questi anni con voi al nostro fianco è sicuramente la strada giusta, non solo per tutti noi, ma per il Pianeta e la società intera.

Il progetto si pone quale obiettivo principale e concreto quello di diminuire il numero di bottiglie di plastica nella distribuzione dell’acqua e quindi anche l’impatto che essa ha sull’ambiente, aumentando allo stesso tempo la consapevolezza socialeriguardo a questa preziosissima fonte di vita, che troppo spesso viene sprecata pur non essendo infinita.

Associazione PIÚINFORMA s’impegna sin d’ora a dare il massimo contributo per questo fine di cui condividiamo ampiamente l’importanza e i valori che ne stanno alla base, e speriamo di avervi al nostro fianco anche in quest’altro capitolo della nostra ormai lunga storia.

Cordialmente,

Dott. Francesco Dotto

Responsabile Ufficio Stampa & PR

Dopo il grande successo ottenuto nel 2017 durante il primo Forum Mondiale dei Giovani MAB organizzato e promosso dall’UNESCO, il 2018 inizia con un altro grande riconoscimento per Associazione PIÚINFORMA. 
L’Associazione è stata, infatti, scelta come Partner ufficiale del Network Mondiale dei Musei dell’Acqua, una no-profit a livello globale, attiva con lo scopo di creare una nuova consapevolezza sul consumo dell’acqua per un futuro più sostenibile.
 
Questo Network Mondiale coinvolge più di 5 milioni di visitatori all’anno e riunisce più di 60 istituzioni in tutto il mondo, con partner come la stessa UNESCO o ancora il Centro Internazionale “Civiltà dell’Acqua”.
Tutte queste realtà di respiro mondiale hanno fortemente voluto la partecipazione di Associazione PIÚINFORMA all’interno del Network, consci del costante impegno del nostro team verso la sensibilizzazione e l’attuazione di buone pratiche, volte alla riduzione del consumo di plastica e alla distribuzione di acqua sana, buona e a Km zero.
 
Oggigiorno, l’acqua è sempre più caratterizzata da grossi sprechi e da un forte calo di quantità e qualità in molte zone del mondo: tutto ciò non è dovuto solamente all’avanzamento sproporzionato di tecnologie e industrie, ma anche – molte volte – da una mancata coscienza individuale riguardo alla disponibilità e all’importanza di questa risorsa per il presente e il futuro dell’umanità.
 
È proprio per questa ragione che il Network Mondiale dei Musei dell’Acqua è attivo in tutto il mondo, per facilitare un cambio di mentalità e di rapporto tra uomo e acqua per un futuro migliore.

Il fatto che, tra molte realtà italiane, il Network Mondiale abbia scelto proprio Associazione PIÚINFORMA per avere un ruolo attivo in questo progetto così importante, per noi è motivo di estremo orgoglio e gratitudine, e prova inconfutabile della bontà di tutto quello che l’Associazione attraverso il suo Team ha progettato e attuato nel corso della sua attività.

Dal 12 al 15 Giugno 2018 saremo a Parigi nella sede principale UNESCO per prendere ufficialmente parte al progetto, che porteremo avanti nei prossimi anni con il massimo impegno.

Quarta partecipazione di Associazione PIÚINFORMA all’annuale Fiera ECOMONDO che si terrà a Rimini dal 7 al 10 Novembre 2017.

ECOMONDO è un evento internazionale che coinvolgerà più di 1000 espositori da tutto il mondo, che si riuniranno per discutere e proporre soluzioni su diversi temi quali rifiuti e risorse, biobased industry, bonifica e grandi rischi, acqua, energia, mobilità e trasporto sostenibili.

Associazione PIÚINFORMA sarà in prima linea in questo evento per diffondere il suo programma e la sua filosofia a favore della sostenibilità alimentare ed ambientale.

L’evento sarà un’occasione unica per confrontarsi e scoprire le nuove tendenze e innovazioni in campo sostenibile e moltissimi saranno anche i convegni giornalieri tenuti da importanti aziende, ricercatori e studiosi di questi temi.

Vi aspettiamo numerosi allo Stand 008 del Padiglione B2 della Fiera!

3 anni di preparazione, 282 partecipanti, 95 Nazioni rappresentate, 180 riserve coinvolte: questi sono solo alcuni dei numeri del primo Forum Mondiale dei Giovani MAB organizzato dall’UNESCO, ma bastano a rendere l’idea riguardo alla complessità e alla portata di questo evento – che ora con piacere possiamo dire essere stato un completo successo.

L’Associazione PIÚINFORMA – grazie alla costante collaborazione dei suoi soci sostenitori e partner – ha superato egregiamente quella che da molti era considerata una vera e propria sfida: la gestione e il coordinamento del servizio di ristoro a favore dei partecipanti e di tutti coloro che hanno collaborato all’evento.

Il Forum è stata un’esperienza di confronto e condivisione su tematiche tanto importanti quanto delicate, come l’ambiente, la green economy, il futuro dei giovani, e un’occasione di aprire gli occhi e la mente su diversi punti di vista mai considerati prima perché – magari – provenienti dall’altra parte del mondo.

Per l’Associazione PIÚINFORMA questo evento mondiale rappresenta anche la conferma della bontà del nostro programma – che ha riscosso successo e ammirazione da parte di molti – nonché della qualità dei servizi offerti dai nostri soci sostenitori, apprezzati da persone provenienti dai 5 continenti.

Per riuscire a dare effettivamente uno sguardo sul Forum, vi invitiamo a guardare il video al seguente link https://www.facebook.com/manandbiosphere/videos/vb.306662629459026/842307422561208/?type=2&theater : potrete osservare un perfetto riassunto di collaborazioni, impegno, arte, ambiente, il tutto accompagnato da sguardi, spensieratezza e sorrisi che solo la convinzione di un futuro migliore e sostenibile può regalare.

Porteremo dentro di noi questa scintilla che ci deve ricordare sempre questo obiettivo comune di fondamentale importanza, con la speranza che sempre più persone si uniscano concretamente al nostro motto “dalle parole ai fatti!”.