Il tè verde matcha è una tipologia di tè verde pregiatissima che, alle sue spalle, ha una tradizione antichissima ed è un componente fondamentale della cultura giapponese e della cerimonia del tè (茶の湯– Cha no yu). 

Inoltre, nell’ultimo periodo, il matcha sta riscontrando sempre più popolarità anche tra i consumatori al di fuori del paese del Sol Levante. 

Verde vivace e profumo intenso. Queste sono le due caratteristiche di questa tipologia di tè.

La coltivazione del tè matcha è molto delicata e richiede un metodo di coltivazione e lavorazione attento. Infatti, la coltivazione deve essere favorita da un clima e da delle condizioni di terreno ideali, senza tralasciare il fatto che le piantagioni devono essere riparate dal sole. Uji (prefettura di Kyoto) è la località da dove proviene il tè matcha più pregiato. 

I coltivatori raccolgono a mano le foglie tencha e, successivamente, la polvere del prodotto finale si ottiene attraverso la macinazione a pietra. Quindi, la polvere ricavata da questo processo può essere mescolata all’acqua calda, nel latte oppure può essere utilizzata in cucina. Di fatto, il matcha viene utilizzato anche per la preparazione del famoso matcha cappuccino, matcha latte e, in Giappone, lo possiamo trovare in moltissimi prodotti, dal gelato ai frullati, dai mochi (dolce realizzato con riso glutinoso) al kitkat. 

Ci sono due metodi di preparazione: 

  1. Usucha:è la preparazione più utilizzata ed è quella che viene impiegata quando ordiniamo un tè matcha al bar. 

  2. Koicha: è la preparazione che viene utilizzata durante la cerimonia del tè, dove viene mescolato utilizzando il Chasen (茶筅), ovvero il frollino di bambù che viene impiegato per mescolare la bevanda. 

Nonostante la lunga tradizione alle spalle, il tè matcha non deve essere sottovalutato in quanto presenta tantissimi benefici, così tanti che può essere considerato un “superfood”:

  • Antiossidante: il matcha è un potente antiossidante e una sola tazza ne contiene molti di più rispetto altri alimenti (ad esempio melograni e mirtilli). 
  • Energia: questa tipologia di tè conferisce moltissima energia, grazie alle proprietà naturali presenti nel tè stesso. 
  • Concentrazione e memoria:grazie alla presenza della L-teanina, il matcha riduce i livelli di stress e favorisce maggiore concentrazione e memoria. 
  • Digestione: il matcha presenta anche delle proprietà digestive, in quanto aiuta a proteggere le mucose dell’apparato digerente. 
  • Energia: questa tipologia di tè conferisce moltissima energia, grazie alle proprietà naturali presenti nel tè stesso. 
  • Concentrazione e memoria:grazie alla presenza della L-teanina, il matcha riduce i livelli di stress e favorisce maggiore concentrazione e memoria. 
  • Digestione:il matcha presenta anche delle proprietà digestive, in quanto aiuta a proteggere le mucose dell’apparato digerente. 

Il matcha presenta ancora molte altre proprietà oltre quelle sopracitate, e non bisogna dimenticare il suo gusto delizioso e avvolgente.

Provare per credere!

Firmato

Comitato tecnico

..PER UN MONDO MIGLIORE

ESSERE PIÚINFORMA.. GUIDA E ISTRUZIONI PER LA REDAZIONE DI BANDI DI GARA SOSTENIBILI A SUPPORTO DI AZIENDE E AMMINISTRAZIONI, IMPEGNATE NELL’ATTUARE UNA ECONOMIA CIRCOLARE NEL SETTORE ALIMENTARE

ESSERE PIÚINFORMA..

PERCHÈ SOCIALE: 

Abbiamo scelto di occuparci di cibo in quanto coinvolge tutti noi e ci accompagna durante tutta la giornata; le aziende produttrici conoscono bene queste abitudini di consumo dei fruitori e hanno studiato apposite formulazioni e packaging a seconda della nostra percezione del buono e della qualità. 

ESSERE PIÚINFORMA..

Ma è veramente così? 

Associazione PIÚINFORMA dopo una semplicissima ricerca di mercato svolta direttamente sui consumatori, può tranquillamente affermare che NON è così.

Perciò abbiamo rilevato che la distribuzione automatica e ristorazione collettiva il consumatore “subisce” e non sceglie; molti alimenti e/o prodotti analizzati dal comitato scientifico che gestisce i disciplinari 10+SANO e 10+EQUO sono decisamente da evitare, sempre se siamo interessati alla salute delle persone dell’ambiente. Ecco perché l’abbiamo denominata “CAMPAGNA SOCIALE”.

Moltissime sono le persone, aziende ed enti che cercano da anni un dialogo con gli attuali operatori economici per migliorare le offerte ma di fatto non cambia quasi nulla.

essere piùinforma

Perciò, aderire alla nostra campagna rende tutta la cittadinanza partecipe al CAMBIAMENTO: e ora che, soprattutto il settore pubblico, si prenda le sue responsabilità perché ORA questo è possibile ma serve la coscienza di chi dirige scuole ed ospedali e nello specifico i dirigenti.

Sono loro i primi responsabili se nelle macchinette c’è junk food e nelle mense tutti mangiano malissimo, si producono un sacco di rifiuti non gestiti e si spreca molto cibo. Ma la salute delle persone e dell’ambiente, vale qualcosa? 

servizi ristorativi sostenibili

Tutti i servizi di ristorazione e distribuzione automatica sono soggetti per legge ad aggiudicazione per bando di gara e successiva redazione di un contratto di somministrazione del servizi  e pochi sanno che è loro diritto richiederne copia. Scoprirete il vaso di pandora!!

Associazione PIÚINFORMA è a vostra disposizione per tutti coloro che vorranno attuare il cambiamento!

Come? 

1) guida e istruzioniper la redazione di bandi di gara sostenibili a supporto di aziende e amministrazioni, impegnate nell’attuare una economia circolare nel settore alimentare

2) contratto di somministrazionedel servizio fra ente/aziende e società di gestione.

Il risultato è quello visibile sul canale PIUINFORMATV.COM, fatti non parole. 

I RISULTATI saranno:

  -Rilevante riduzione dell’uso di plastica

-Eliminare completamente bicchieri e palettine in plastica     

  -Eliminazione totale di accessori e posate in plastica 

  -Aumento dell’utilizzo dell’acqua di rete in alternativa alle bottiglie in PET

  -Aumentare la disponibilità di prodotti “salutari”.

  -Differenziare e ridurre sempre più i rifiuti post consumo e monitorarne la gestione 

  -Relazionare l’andamento dei servizi per eventuali interventi di miglioramento. 

  -Supportare soprattutto le scuole nella realizzazione di laboratori ed attività pratiche di economia circolare

  -Utilizzare il CALCOLATORE DI CO2 dedicato agli enti scolastici

ORA TOCCA A VOI, VOI SIETE IL CAMBIAMENTO 

“Ogni sistema fatto da più elementi riesce ad esprimersi al meglio quando questi funzionano correttamente e sono interconnessi tra loro.

In questo caso, la distribuzione automatica dei prodotti alimentari, rappresenta la pratica di un sistema educativo volto a creare nelle persone, la capacità di operare scelte tali da sviluppare e consolidare delle sane abitudini”.

contatti piuinforma

unesco.org

Venerdì 12 Aprile dalle 12:00 e 14:00, presso il Caffè Centrale di Asolo (TV), grazie alla disponibilità dei fratelli Botter, abbiamo organizzato una degustazione incentrata sulla sostenibilità alimentare e l’impatto che la stessa ha sulla salute.

Per la buona riuscita di questo evento ringraziamo, innanzitutto, il Caffè Centrale di Asolo per averci ospitati e per averci dato la possibilità di realizzare il tutto. Ringraziamo anche i nostri partner: Gruppo Germinal che, con l’occasione, abbiamo avuto la possibilità di far assaggiare i prodotti della nuova linea freschi bio vegan, ed Ecozema i cui accessori compostabili sono stati utilizzati per servire i prodotti.  

Abbiamo ricreato un esempio dei nostri format sostenibili all’interno del Caffè. La degustazione è stata un grande successo, soprattutto perché siamo riusciti ad incuriosire anche coloro che non conoscevano l’esistenza di questi prodotti BIO o che erano titubanti nel degustare pietanze vegan o vegetariane naturalmente BIO e sostitutive ai classici consumi. Dall’altro lato, invece, alcuni dei presenti erano già a conoscenza di queste pietanze vegetali ed erano entusiasti di poterle gustare anche “fuori casa” durante la pausa pranzo, tanto che prossimamente lo stesso Caffè Centrale li proporrà nei loro menù. È stata per noi un’occasione importante per informare le persone che questi prodotti li possono trovare presso la GDO, nei Distributori Automatici e menù della Ristorazione collettiva e che, l’uso di stoviglie compostabili deve rientrare nelle nostre abitudini quotidiane quale alternativa all’uso di plastica o altri materiali che necessitano di enormi risorse per essere correttamente gestiti.

Si può dire che la freccia è stata scoccata e ha raggiunto il suo centro. Grazie a questa degustazione siamo riusciti ad incuriosire i presenti non solo riguardo alle pietanze che venivano servite, ma anche alla necessità di acquisire maggiore consapevolezza sulla sostenibilità alimentare ed ambientale. L’importanza di dimostrare che vivere e nutrirsi in maniera sostenibile è possibile e, soprattutto, che la soluzione c’è! Noi siamo il cambiamento e noi possiamo essere gli attori privilegiati. Informarsi sul cibo e tutti gli ingredienti che ogni giorno “buttiamo dentro” il nostro corpo è, ovviamente, in primis amare se stessi. Scelte consapevoli portano a risultati concreti. 

ORA, SUBITO, OGGI!!

Il Caffè Centrale ha scelto, ora fai la scelta giusta anche tu!

Ufficio stampa  

Sabato 6 Aprile, presso il Museo Civico di Bassano del Grappa (VI), si è tenuto l’incontro conclusivo del progetto “in punta di matita…nulla di distrugge & tutto si trasforma” e ha visto come protagonisti principali bambini, genitori, insegnati e professionisti dell’economia circolare. 

È ben risaputo che quando si affronta il tema dell’economia circolare e sostenibilità noi siamo sempre in prima linea. Anche per questo evento si ringraziano i nostri preziosi partner: GruppoGerminal, Valisi, Terre di Puglia ed Ecozema. 

I bambini sono stati il cuore pulsante per la realizzazione e il successo di tutto questo progetto e, sono loro che rappresentano il cambiamento e il futuro del pianeta.

Durante quest’ultimo incontro sono stati organizzati sia interventi da parte di tre relatori sia workshop didattici per i più piccoli incentrati sull’impatto ambientale e le scelte etico-sociali riguardanti il consumo. Grazie a questi laboratori si cerca di far capire e trasmettere ai più piccoli l’importanza dell’economia circolare, della sostenibilità e l’impatto che le nostre scelte di ogni giorno hanno sul pianeta.     

Tra un laboratorio e l’altro è stata anche organizzata una pausa break con i prodotti da noi forniti. È stato molto interessante vedere quanto i bambini abbiano apprezzato e trovato deliziosi questi prodotti e come si sono divertiti ad utilizzare i vassoi biodegradabili di Ecozema. Tutti prodotti che possono essere comodamente essere impiegati nelle scuole. 

Gli interventi realizzati dai relatori sono stati recepiti positivamente dai presenti e, soprattutto, dagli insegnanti. La presenza di docenti a eventi di questo tipo è di fondamentale importanza; specialmente se consideriamo il fatto che bambini e giovani sono sotto la loro custodia. 

Questi incontri sono, senza alcun dubbio importanti, in quanto sono utili per poter aumentare la consapevolezza di tutto noi. Ma, al contempo, è anche importante sottolineare il fatto che ci sono ancora tante, troppe parole nell’aria e pochi fatti. Le parole sono importanti ma sono i fatti che contano e che possono cambiare in concreto la situazione. 

Ufficio stampa

Lunedì 11 Marzo, presso l’istituto comprensivo “Stefanini” di Treviso, abbiamo partecipato al seminario “Edufootprint: esperienze da condividere per una scuola sostenibile”, dove sono state affrontate tematiche fondamentali per le scuole, quali: mobilità e alimentazione sostenibile.  

La nostra Associazione PIÚINFORMA è stata ancora una volta presente ad un evento incentrato sull’economia circolare, l’alimentazione sostenibile e l’impronta ambientale. Ovvero, tematiche di cui ci occupiamo quotidianamente e che stanno alla base della nostra Associazione. 

Inoltre, abbiamo avuto l’opportunità di mettere in evidenza le attività che svolgiamo, quali sono le buone pratiche che ognuno di noi (soprattutto scuole e aziende) dovrebbe seguire, e, infine, le nostre proposte sostenibili.

Al seminario erano presenti anche altri partner e i loro interventi si sono focalizzati su questioni legate alla mobilità sostenibile e alla riduzione degli sprechi. 

Oltre a ciò, Rete Iside ha presentato nel dettaglio il Calcolatore di CO2 utilizzato per, appunto, calcolare l’impronta ambientale. Il compito del calcolatore consiste nel misurare il consumo di risorse e le attività della scuola e le converte nell’impatto ambientale dato dalla fornitura di risorse energetiche e all’assorbimento dei rifiuti generati. 

È importante, se non fondamentale, capire qual è il percorso migliore per poter limitare la nostra impronta di CO2 e, di conseguenza, cambiare le scelte che facciamo quotidianamente al fine di garantire un futuro sempreverde ai nostri giovani. 

Ulteriormente, non si può non sottolineare il fatto che tra le 5 categorie tenute in considerazione dal calcolatore, sono anche presenti i “consumi fuori casa” e, tra questi, vi è anche la Distribuzione Automatica e la Ristorazione. 

In quanto consumatori raramente pensiamo che la Distribuzione Automatica e la Ristorazione possano contribuire alle emissioni di CO2; in realtà anche quest’ultime hanno un impatto importante. Di conseguenza, al fine di iniziare a limitare, con l’obiettivo finale di ridurre drasticamente queste emissioni, dobbiamo cercare, anche nei “consumi fuori casa”, di inserire una monetina nel cassetto della sostenibilità e della consapevolezza. Come Associazione, essendo consapevoli di tutto ciò, con le nostre proposte di “Distribuzione e ristorazione sostenibile” diamo la soluzione in mano ai consumatori per poter fare la scelta giusta. 

Proprio per questo questi eventi sono fondamentali per la nostra mission e per aumentare la consapevolezza ambientale e alimentare, non solo tra i giovani ma anche tra gli adulti e le istituzioni scolastiche che, in primis, devono essere fonte di informazione e di insegnamento. 

 L’informazione è la chiave!

MISURARE È POSSIBILE, L’IMPORTANTE È FARLO!

Ufficio stampa